Campagna di Russia 1941. La grande marcia.

26 Dec

Alle 23.00 stiamo ancora cercando di tornare a casa. Questa sera ce la siamo vista davvero brutta. La nevicata è diventata una tempesta, e ad un certo punto, sulla strada del ritorno, le metro sono state fermate. Abbiamo appena fatto in tempo a mettere il naso a Brooklin che siamo dovute scendere. Questa foto è stata scattata quando ancora stava andando tutto bene. E il mio cappotto era tuttavia già innevato.

Successivamente abbiamo camminato a piedi per diversi chilometri, a mezzanotte, nella neve alta fino al ginocchio e con il viso tagliato da un vento terribilmente gelido. Pareva la rivisitazione storica della Campagna di Russia, e menomale eravamo insieme, perchè da sola non so se ce l’avrei fatta e sarei stata così possibilista.

Le strade intorno scomparivano a poco a poco, e le macchine non riuscivano più a procedere nella neve alta. Il vento ci impediva di tenere gli occhi aperti e, soprattutto, non si arrivava mai. Mai. Ci sono stati dei momenti in cui non sapevamo davvero come fare. E dove fermarsi, o come procedere. A chi chiedere aiuto, a quell’ora, in un quartiere completamente deserto. Una tempesta spaventosa.

E ah, avevo i tacchi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: