Downtown tour: part 3

28 Dec

Vabbè, è ovvio che siamo state a pranzo a Wall Street.

Actually, e sfortunatamente, nessun uomo col soprabito nero e la ventiquattrore. Questi del resto non mangiano, lavorano. Inoltre, all’andata, la mattina, abbiamo notato che verso le 11.00 AM diversi ragazzetti biciclettati raggiungono i palazzi del potere – persino la Trump Tower locale – e consegnano decine di cartoni di pizze. Ne consegue che all’ora di pranzo i suddetti signori siano tutti morti. Almeno a giudicare dal mal di stomaco terminale che mi affligge dopo questi cinque giorni di sole insalate. Figuriamoci loro.

Allora, oggi abbiamo imparato che:

  • l’uomo dei nostri sogni non scende ai piani bassi per mangiare
  • se proprio dovessi finire per fare la cameriera voglio fare quella che consegna le pizze ai piani alti, e ci vado direttamente vestita da Cenerentola, che tanto le scarpe di cristallo le ho
  • la palestra accanto alla Trump Tower potrebbe essere un bel posto dove decidere di ricominciare a fare un po’ di sport
  • i poliziotti che fanno la guardia all World Stock Exchange mangiano in macchina quintali di hamburger come nei film e sono grandi e grossi come nei film
  • anche alle 5.oo PM, nessun omaccione in vista, nemmeno per un caffè dallo stramaledettissimo Starbucks. Ma dove sono tutti quanti??? Ma uffa, nemmeno Michael Douglas😦 Nemmeno Kirk, che a me, in quanto ultrasessantenne, piace pure di più😉
  • anche a Wall Street, non c’è albero di Natale che non abbia a fianco una Menhora religiously correct. Masticazzi

2 Responses to “Downtown tour: part 3”

  1. ILARIA January 3, 2011 at 9:09 pm #

    be’ se vuoi proprio mangiare, non dico bene, ma decente puoi andare al ristorante che ti dicevo….effettivamente e’ un po distante da dove stai te ma hai tre mesi per tentare di andarci….e inoltre posso sentire la mia amica se ha qualche amico, magari nella ristorazione, che voglia conoscere dolce fanciulla italiana, disposta a consegnare pizze vestita da cenerentola ai piani alti di wall street!!!!!!!!
    ; )

    p.s. bada che lo faccio.

    • france nyc January 4, 2011 at 4:13 am #

      Ihihih! Grazie Ila, sure andrò a quel ristorante in capo alla fine del gioco.
      Nel frattempo tu chiama pure, e never forget il cero! da accendere intendo!!!!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: